giovedì 8 maggio 2008

La strategia dell'Ariete

Ero partita piena di entusiasmo e aspettative ma sono rimasta delusa.

Una storia che si intreccia snodandosi tra Egitto, Cina, USA, Brasile, Paraguay, Germania, Austria attraverso secoli diversi in un montaggio altalenante. L’idea è notevole, ma non regge. Mi verrebbe voglia di riscrivere la storia seguendo il piano spazio-temporale logico per vedere se così la trama riesce a decollare. In più, ad aumentare la delusione, manca anche la suspense: si creano aspettative che non vengono poi rivelate. O meglio, le rilevazioni sono deludenti, direi forse anche scontate e un po’ banali. Nomi esotici, riferimenti a sette antiche e rituali pagani che non vengono però analizzati ma solo evocati, descritti per sommi capi: non lasciano traccia ma nemmeno sanno creare il desiderio di approfondire.
Peccato…

Anche i personaggi sono troppi e per forza mancano di caratterizzazione: non c'è nessun personaggio principale, nè minore in cui immedesimarsi o da "odiare". La trama è confusissima e non porta alla fine da nessuna parte. Tutto è trattato con superficialità e senza spessore nè approfondimenti. Si ha la sensazione che l'obiettivo degli scrittori sia stato creare a forza un'opera mastodontica e colossale, a costo di sacrificare il contenuto e lo stile. Ed è quello che è successo. Risultato: un'accozzaglia un po' forzata che gira su se stessa, corre sul posto.
Peccato...

Una domanda che non dovrebbe venire alla fine di 450 pagine di lettura: qual’era poi questa strategia dell’Ariete?

Ma non mi scoraggio: KAIZEN è un progetto molto interessante e merita un approfondimento, una seconda chance. Spero di poter dire qualcosa di diverso quando avrò letto qualche altra cosa del gruppo.
.
Titolo: La strategia dell'Ariete
Autore: KAIZEN
Edizioni: Mondadori

2 commenti:

Kai Zen ha detto...

Mi verrebbe voglia di riscrivere la storia seguendo il piano spazio-temporale logico.

Be' l'dea di far uscire il libro con licenza Creative Commons è proprio quella.
Non ci spiacerebbe ricevere la tua versione della SDA...

Martina Orsini ha detto...

Grazie Kaizen, davvero molto incoraggiante. Chissà che prima o poi non ci provi davvero...
Aspetto con impazienza il vostro prossimo lavoro.